E' una delle domande che più frequentemente ci viene posta.

 

La superficie calpestabile o utile è la somma delle superfici interne su cui si può "camminare" ed al netto delle mura interne ed esterne.

 

La superficie commerciale, in base alla quale viene valutato l'appartamento, è la somma delle superfici lorde (compreso delle mura) con le aree esterne e delle pertinenze.

 

Bisogna specificare che non esistono specifiche norme dettate da legge per il calcolo della superficie commerciale ma è frutto di standard consolidato e ampiamente condiviso dagli addetti ai lavori.

 

Di seguito vi indichiamo alcuni dei coefficienti più comuni, da sommare alla superficie utile, per stabilire la superficie commerciale dell'appartamento:

 

mura interne: calcolati al 100%;

mura confinanti: calcolati al 50% (generalmente per calcolarle si maggiora del 10% la superficie utile);

balconi e terrazze scoperte: calcolati al 25%;

balconi e terrazze coperte: calcolati al 35%;

verande: calcolate al 60%;

giardino di appartamento e villetta a schiera: calcolato al 15%;

giardino di villa: calcolato al 10%

cantine e soffitte: calcolate al 20%;

posto auto scoperto: calcolato al 20%;

posto auto coperto: calcolato al 35%

box auto: calcolato al 50%

 

I valori di stima indicati forniscono solo un aiuto per avere un idea di massima per rendersi conto sommariamente del valore del proprio appartamento.

 

Il reale valore commerciale quanto più vicino alla concreta possibilità di realizzo potrà essere determinato solamente con un sopralluogo da parte di un professionista del settore.